Club La Meridiana | CUOCHI PER UN GIORNO: 6/7 Ottobre
17195
post-template-default,single,single-post,postid-17195,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,qode_grid_1300,qode-theme-ver-1.0,qode-theme-clublameridiana,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

CUOCHI PER UN GIORNO: 6/7 Ottobre

Sabato 6 e domenica 7 ottobre torna a Modena il Festival nazionale ‘Cuochi per un giorno’: occasione per tutti gli under 12 di sbizzarrirsi in cucina con alcuni chef stellati provenienti da tutto lo stivale. Anche quest’anno sarà il nostro Club ad ospitare la settima edizione dell’evento, il quale ricavato andrà, in parte, ai clown di corsia di VIP Onlus, presenti al festival per divertire i bambini.

Due giornate, decine di appuntamenti, laboratori e stands in cui gli chef in erba potranno annusare, toccare, dosare, impastare, miscelare, modellare, cuocere e mettersi alla prova, imparando tante cose nuove. Non mancheranno vere e proprie lezioni di cucina con cuochi stellati, per incuriosire anche mamma e papà: tra gli altri hanno già confermato la loro presenza Cristina Bowerman, chef dei due famosi ristoranti romani Glass Hostaria e Roma Chef Baker, Ascanio Brozzetti, pastry chef del ristorante Le Calandre di Padova, Daniele Reponi, paninaro gourmet de “La prova del cuoco” di Rai 1, il giovane Davide Caranchini, chef del ristorante Materia di Cernobbio. Ci sarà anche Ana Roš, chef del ristorante Hiša Franko di Caporetto, in Slovenia, proclamata lo scorso anno migliore chef donna al mondo, con un contributo video realizzato appositamente per “Cuochi per un giorno”.

Cucinare coinvolge i 5 sensi, migliora concentrazione, manualità e precisione, arricchisce il vocabolario e allena al rispetto delle regole e alla pazienza. Dar forma alla frolla, rompere e sbattere le uova, grattugiare il formaggio, tagliare un frutto, mescolare sono mansioni che abituano all’autonomia, allenano la manualità, stimolano i sensi del tatto e del gusto ed educano ad avere un atteggiamento positivo verso il cibo e i suoi avanzi attraverso attività legate al recupero e al riuso.

Inoltre, attraverso la loro partecipazione, i bambini aiutano altri bambini: parte del ricavato della manifestazione verrà infatti devoluto ai clown di corsia dell’associazione VIP Modena Onlus (Viviamo in Positivo Modena Onlus), che portano il sorriso ai piccoli pazienti ricoverati in ospedale e incidono positivamente sui tempi di guarigione perché usando l’arte (la mimica, la comicità, la pantomima) facilitano l’espressione delle emozioni. I clown saranno anche al festival con il loro strano abbigliamento, il modo un po’ buffo di camminare e muoversi e la loro energia per strappare un sorriso a tutti i presenti.

Tutte le informazioni e il regolamento si trovano sul sito www.cuochiperungiorno.it.