Club La Meridiana | GEOMETRIE E ARCHITETTURE
18640
post-template-default,single,single-post,postid-18640,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,qode_grid_1300,qode-theme-ver-1.0,qode-theme-clublameridiana,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

GEOMETRIE E ARCHITETTURE

Inaugurazione: sabato 23 Marzo 2019, ore 17:30

GEOMETRIE E ARCHITETTURE

Sabato 23 Marzo inaugura la mostra d’arte curata dell’associazione culturale d’arte Galleria Onirica, con presentazione di Barbara Ghisi.
Il tema di “Geometrie e Architetture” unisce l’arte alla professione, l’ispirazione alle regole.
Saranno esposte opere di cinque pittori, i progetti d’ambiente di un architetto e gli elaborati in legno di uno scultore.

L’architetto Sergio Zanichelli di Guastalla, dell’ordine degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori di Reggio Emilia è redattore della rivista Architettare ed espone progetti futuristici di città temporanee sul fiume Po.
Architetto di professione anche Giuseppe Zini che vive e lavora a Bazzano di Bologna. Espone stampe su mdf realizzate dall’elaborazione digitale degli scatti fotografici, dei dipinti che egli stesso crea.
Angela Galavotti è nata a Rovereto di Novi e attualmente vive e lavora a Rubiera. Espone in mostra ricerche artistiche che partono dalla visione del paesaggio di idea futurista, coloratissimo e dinamico, fino a giungere alla sintetizzazione geometrica e alla concettualità dello stesso.
Gabriele Casarosa è nato e vive a Livorno. Abile nel disegno architettonico appreso come ingegnere, è autore di tecniche deformanti ed esprime su tela il fascino esercitato dalle metropoli visitate durante i suoi viaggi. Opere ispirate alla riscoperta e valorizzazione della decorazione radicata nella cultura dei popoli.
Cristina Rotasso è nata ad Agordo di Belluno e diplomata all’Istituto d’Arte di Roma. Dipinge ad olio per ottenere la massima brillantezza nel colore e nella luce. Amante della propria nazione, ritrae le città italiane nella speranza di sensibilizzare il prossimo verso la loro bellezza.
Per Bob Rontani grafico, designer e pittore di Reggio Emilia, l’arte serve come sconfinamento dalla progettualità ed esaltazione della fantasia, senza confini, senza limiti e senza misure.
Lo scultore Nino Orlandi di Serramazzoni di Modena chiude il gruppo con opere in legno di pino cirmolo intagliato. Le geometrie delle opere nascono dalla fantasia dell’artista che arriva alla stilizzazione delle figure umane e naturali.

La mostra resterà aperta al pubblico fino a Giovedì 11 Aprile
tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00.

Maggiori info: 328 8662152 (Barbara Ghisi).