Modena Challenger – 40° Memorial E. Fontana

La finale Singolare ha visto il successo di ALBERT RAMOS-VINOLAS sull’italiano Federico ARNABOLDI con il punteggio di 6-4 3-6 6-2

Clicca qui per visualizza la registrazione del match

La finale del doppio nella 40° Edizione del Memorial Eugenio Fontana ha visto prevalere la coppia testa di serie numero 4, Eysseric-Goldhoff.

Clicca qui per visualizza la registrazione del match

ALBERT RAMOS VINOLAS “RE” DEL MEMORIAL FONTANA

EYSSERIC-GOLDHOFF TRIONFANO NEL DOPPIO

SPETTACOLO IN CAMPO E SULLE TRIBUNE:

TUTTO ESAURITO SUL CENTRALE DE LA MERIDIANA

A Casinalbo di Formigine si è concluso il torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

È Albert Ramos Vinolas il “Re” della 40° Edizione del Memorial Eugenio Fontana, “Modena Challenger ATP 75”.
Il tennista spagnolo ha alzato al cielo il 2° Trofeo Assoservizi Group srl al termine di una finale bellissima contro l’assoluta rivelazione del torneo, Federico Arnaboldi.
Notte magica al Club La Meridiana. Si è giocato davanti al pubblico delle grandissime occasioni: tutto esaurito sul Campo Centrale, con quasi 1000 spettatori sulle tribune.
Il match non ha deluso le aspettative. Vinolas ha vinto il primo set 6-4, poi Arnaboldi ha iniziato a spingere con più intensità e aggressività vincendo il secondo 6-3. Nel terzo però è uscita la maggiore esperienza e solidità di Vinolas, che si è imposto 6-2.
Una settimana sempre in crescendo per l’ex numero 17 del mondo: con i punti conquistati al “Fontana” lo spagnolo è pronto a rientrare nella Top 100 del mondo. “Si, è vero ad inizio torneo avevo detto che avrei preferito essere a Wimbledon – ha raccontato con il sorriso sulle labbra Vinolas al termine della partita – Ho anche detto però che a La Meridiana mi sono trovato benissimo e in questi giorni proprio qui ho ritrovato un buon tennis. Sono felicissimo per la vittoria ma, ripeto, ancor più per il livello del mio gioco. Ora devo provare a continuare così. Voglio comunque fare i complimenti a Federico (Arnaboldi, ndr): lo avevo visto giocare solo una volta, ma questa settimana ha fatto vedere un tennis veramente buono, se continua così può davvero salire in classifica. Il Modena Challenger? La Meridiana è un Club “mui bonito”, lo staff e tutte le persone mi hanno fatto stare bene: questo per un giocatore è molto importante. Poi abbiamo anche mangiato molto bene nel ristorante del Club…”.

La rivelazione del torneo, come detto, è stata il finalista del Memorial Eugenio Fontana, Federico Arnaboldi. Il 24enne comasco per arrivare alla finale ha sconfitto Gaio, Droguet (testa di serie numero 3), Roca Battalla e in semifinale Collarini. Una settimana da incorniciare che può rappresentare un momento di svolta nella sua carriera. I punti conquistati al Fontana gli permetteranno infatti di compiere un bel balzo nel ranking ATP migliorando di oltre cento posizioni la sua classifica e avvicinandosi alla 300esima posizione mondiale: “Sì è vero, questa settimana può essere per me un nuovo punto di partenza – ha spiegato Arnaboldi entrato con una wild card nel main draw – Quando sono arrivato qui una settimana fa non mi aspettavo di giocare poi la finale. Durante il torneo mi sono sentito sempre meglio. La finale purtroppo è andata male, ho perso ancora una volta al terzo set. Bisogna dire però che giocavo contro un avversario di grande esperienza e qualità: è stato anche un onore poter giocare con un tennista come Albert…”.

La finale del singolare è stata preceduta da quella del doppio. E anche qui non sono mancate le emozioni in un match giocato da quattro “super specialisti” della disciplina della Top 100 mondiale. La vittoria è andata alla coppia formata dal francese Jonathan Eysseric e dall’americano George Goldhoff sulla coppia formata dal tedesco Andre Begemann e dal finlandese Patrik Niklas-Salminen. Eysseric e Goldhoff sono stati bravi a giocare al meglio i punti importanti del match tie-break vinto in rimonta (6-3 3-6 10-8 il punteggio finale).

“SUPER FINAL” NEL TORNEO DI DOPPIO

BEGEMANN/NIKLAS SALMINEN- EYSSERIC/GOLDHOFF

DOMANI SUL “CENTRALE” TUTTE LE FINALI

A Casinalbo di Formigine giornate decisive Nel torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

Parlerà straniero la finale del doppio nella 40° Edizione del Memorial Eugenio Fontana.
Una “Super Final” tra quattro “specialisti” della Top 100 mondiale.
Ultime giornate di match sui campi in terra rossa del Club La Meridiana di Casinalbo.
Nel tabellone del doppio a giocarsi il 2° Trofeo Assoservizi Group srl saranno la coppia testa di serie numero 2 del tabellone Begemann-Niklas Salminen e la coppia testa di serie numero 4 Eysseric-Goldhoff.
Nella parte bassa del tabellone c’è voluto il “match tie-break” per decidere la prima coppia finalista. Il tedesco Andre Begemann e il finlandese Patrik Niklas-Salminen hanno
superato gli italiani Augusto Virgili e Filippo Romano in un match molto equilibrato terminato 4-6 6-4 10-4.
Un successo in rimonta per la coppia di esperti doppisti che nel finale del secondo set e nel match tie-break hanno mostrato maggior personalità nel giocare i punti importanti.
Entrambi i tennisti hanno dedicato la seconda parte della loro carriera esclusivamente a giocare il doppio ed entrambi hanno vestito la maglia delle loro nazionali in Coppa Davis (con Germania e Finlandia).
Il quasi 40enne Begemann ha vinto 4 tornei di doppio del circuito maggiore e si è spinto fino al 36º posto del ranking ATP di specialità nel maggio 2015 (attualmente è
numero 93). Anche Niklas Salminen è stato un Top 100 in doppio (numero 95) e oggi è numero 110 al mondo.
Nella parte alta invece, un po’ a sorpresa, Eysseric-Goldhoff hanno eliminato la coppia testa di serie numero 1 formata da Marco Bortolotti e dall’australiano Matthew Romios che la settimana scorsa aveva vinto l’Emilia Romagna Tennis Cup, Torneo Challenger 125 ATP.
La coppia franco-americana ha vinto nettamente 6-3 6-2. Jonathan Eysseric è uno specialista del doppio, attualmente nella Top 100 mondiale (98 nel ranking) e nel 2018 ha raggiunto il suo best ranking nella specialità (72° posizione).
Quest’anno ha già vinto tre tornei Challenger di doppio: a Spalato, Zagabria e la settimana scorsa a Milano. Una curiosità: nell’ATP Challenger di Milano, Eysseric ha
giocato, e vinto, in coppia con Begemann. Domani invece il tedesco sarà suo avversario nella finale al Club La Meridiana.
Anche George Goldhoff è uno specialista del doppio: l’americano è cresciuto tennisticamente al Texas College, oggi è numero 167 del “doubles ranking” ed ha il suo “career high rank” da 158.

Parlerà straniero la finale del doppio nella 40° Edizione del Memorial Eugenio Fontana.
Una “Super Final” tra quattro “specialisti” della Top 100 mondiale.
Ultime giornate di match sui campi in terra rossa del Club La Meridiana di Casinalbo.
Nel tabellone del doppio a giocarsi il 2° Trofeo Assoservizi Group srl saranno la coppia testa di serie numero 2 del tabellone Begemann-Niklas Salminen e la coppia testa di serie numero 4 Eysseric-Goldhoff.
Nella parte bassa del tabellone c’è voluto il “match tie-break” per decidere la prima coppia finalista. Il tedesco Andre Begemann e il finlandese Patrik Niklas-Salminen hanno
superato gli italiani Augusto Virgili e Filippo Romano in un match molto equilibrato terminato 4-6 6-4 10-4.
Un successo in rimonta per la coppia di esperti doppisti che nel finale del secondo set e nel match tie-break hanno mostrato maggior personalità nel giocare i punti importanti.
Entrambi i tennisti hanno dedicato la seconda parte della loro carriera esclusivamente a giocare il doppio ed entrambi hanno vestito la maglia delle loro nazionali in Coppa Davis (con Germania e Finlandia).
Il quasi 40enne Begemann ha vinto 4 tornei di doppio del circuito maggiore e si è spinto fino al 36º posto del ranking ATP di specialità nel maggio 2015 (attualmente è
numero 93). Anche Niklas Salminen è stato un Top 100 in doppio (numero 95) e oggi è numero 110 al mondo.
Nella parte alta invece, un po’ a sorpresa, Eysseric-Goldhoff hanno eliminato la coppia testa di serie numero 1 formata da Marco Bortolotti e dall’australiano Matthew Romios che la settimana scorsa aveva vinto l’Emilia Romagna Tennis Cup, Torneo Challenger 125 ATP.
La coppia franco-americana ha vinto nettamente 6-3 6-2. Jonathan Eysseric è uno specialista del doppio, attualmente nella Top 100 mondiale (98 nel ranking) e nel 2018 ha raggiunto il suo best ranking nella specialità (72° posizione).
Quest’anno ha già vinto tre tornei Challenger di doppio: a Spalato, Zagabria e la settimana scorsa a Milano. Una curiosità: nell’ATP Challenger di Milano, Eysseric ha
giocato, e vinto, in coppia con Begemann. Domani invece il tedesco sarà suo avversario nella finale al Club La Meridiana.
Anche George Goldhoff è uno specialista del doppio: l’americano è cresciuto tennisticamente al Texas College, oggi è numero 167 del “doubles ranking” ed ha il suo “career high rank” da 158.

Parlerà straniero la finale del doppio nella 40° Edizione del Memorial Eugenio Fontana.
Una “Super Final” tra quattro “specialisti” della Top 100 mondiale.
Ultime giornate di match sui campi in terra rossa del Club La Meridiana di Casinalbo.
Nel tabellone del doppio a giocarsi il 2° Trofeo Assoservizi Group srl saranno la coppia testa di serie numero 2 del tabellone Begemann-Niklas Salminen e la coppia testa di serie numero 4 Eysseric-Goldhoff.
Nella parte bassa del tabellone c’è voluto il “match tie-break” per decidere la prima coppia finalista. Il tedesco Andre Begemann e il finlandese Patrik Niklas-Salminen hanno
superato gli italiani Augusto Virgili e Filippo Romano in un match molto equilibrato terminato 4-6 6-4 10-4.
Un successo in rimonta per la coppia di esperti doppisti che nel finale del secondo set e nel match tie-break hanno mostrato maggior personalità nel giocare i punti importanti.
Entrambi i tennisti hanno dedicato la seconda parte della loro carriera esclusivamente a giocare il doppio ed entrambi hanno vestito la maglia delle loro nazionali in Coppa Davis (con Germania e Finlandia).
Il quasi 40enne Begemann ha vinto 4 tornei di doppio del circuito maggiore e si è spinto fino al 36º posto del ranking ATP di specialità nel maggio 2015 (attualmente è
numero 93). Anche Niklas Salminen è stato un Top 100 in doppio (numero 95) e oggi è numero 110 al mondo.
Nella parte alta invece, un po’ a sorpresa, Eysseric-Goldhoff hanno eliminato la coppia testa di serie numero 1 formata da Marco Bortolotti e dall’australiano Matthew Romios che la settimana scorsa aveva vinto l’Emilia Romagna Tennis Cup, Torneo Challenger 125 ATP.
La coppia franco-americana ha vinto nettamente 6-3 6-2. Jonathan Eysseric è uno specialista del doppio, attualmente nella Top 100 mondiale (98 nel ranking) e nel 2018 ha raggiunto il suo best ranking nella specialità (72° posizione).
Quest’anno ha già vinto tre tornei Challenger di doppio: a Spalato, Zagabria e la settimana scorsa a Milano. Una curiosità: nell’ATP Challenger di Milano, Eysseric ha
giocato, e vinto, in coppia con Begemann. Domani invece il tedesco sarà suo avversario nella finale al Club La Meridiana.
Anche George Goldhoff è uno specialista del doppio: l’americano è cresciuto tennisticamente al Texas College, oggi è numero 167 del “doubles ranking” ed ha il suo “career high rank” da 158.

PROGRAMMA FINALI E INGRESSO GRATUITO. Domani, sabato 6 luglio, si giocheranno le finali di singolo e doppio del Memorial Eugenio Fontana.
Alle ore 18 sul Campo Centrale la finale del doppio, alle 21 la finale del singolare.
Anche per le due finali l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito.

IL TALENTO DI TSENG E L’ESPERIENZA DI COLLARINI

VANNO IN SEMIFINALE NEL SINGOLARE

BORTOLOTTI/ROMIOS IN SEMIFINALE DI DOPPIO

LA STORIA DI MARCO BORTOLOTTI, PROFESSIONE DOPPISTA

A Casinalbo di Formigine è entrato nel vivo il torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

È l’argentino Andrea Collarini il primo semifinalista della 40° Edizione del Memorial Eugenio Fontana. Il 32enne di Buenos Aires ha vinto la maratona contro il peruviano Juan Pablo Varillas (6-4 4-6 7-5).
Un match tiratissimo giocato sotto il caldo sole del Club La Meridiana.
Terza vittoria consecutiva dunque per l’esperto del “rosso” Collarini che al primo turno aveva eliminato la testa di serie numero 2 Tirante e agli ottavi il peruviano Gonzalo
Bueno.
Equilibrio anche nel secondo quarto di finale di giornata giocato sul Centrale del circolo di Casinalbo. Il 22enne taiwanese Tseng ha superato l’azzurro Andrea Pellegrino 7-5 2-6
6-2.
Tseng Chun-hsin è uno dei giovani talenti del tennis mondiale. Nativo di Taipei, nel 2018 da Juniores ha vinto due titoli del Grande Slam (Roland Garros e Wimbledon) diventando numero 1 al mondo della categoria.
Passato professionista ha poi raggiunto il suo miglior ranking ATP nel 2022 con la posizione numero 83. Il 2023 però è stato un anno di flessione e Tseng è uscito dalla Top 300. Nel 2024 invece è tornato ad esprimere un tennis di grande solidità e freschezza. Lo scorso maggio il taiwanese ha vinto il Torneo Challenger di Vicenza senza perdere nemmeno un set (il suo quinto titolo Challenger in carriera).

BORTOLOTTI. È cresciuto a Reggiolo, a poche decine di chilometri dal Club La Meridiana, Marco Bortolotti: professione “doppista”.
L’esperto tennista classe 1991 ha raggiunto la semifinale nel torneo di doppio al Modena Challenger in coppia con l’australiano Matthew Romios.
I due hanno sconfitto nei Quarti di Finale la coppia formata da Bayldon (Australia) e Hermans (Olanda) con il punteggio di 7-6 6-2.
Bortolotti-Romios è la coppia testa di serie numero 1 del Tabellone del Memorial Fontana: la settimana scorsa ha vinto l’Emilia Romagna Tennis Cup, Torneo Challenger 125 ATP.
Bortolotti ormai da qualche anno si dedica solo al doppio. Oggi ha una classifica da numero 109 della specialità ed è tra i migliori doppisti italiani. Una carriera ormai lunga la sua, iniziata formandosi anche a Barcellona in Spagna all’Accademia di Sergi Bruguera. “Mi è sempre piaciuto giocare il doppio. Prima giocavo entrambe le specialità, poi negli ultimi anni ho scelto il doppio e qualche soddisfazione riesco a togliermela… Adesso vediamo come va qui al Modena Challenger. In realtà siamo un po’ meno brillanti rispetto alla settimana scorsa, le condizioni delle palline sono diverse, ma fin ad ora abbiamo giocato bene i punti importanti”.
Da doppista Bortolotti ha vinto tantissimi titoli Itf Futures e ATP Challenger cambiando diversi compagni. A dicembre dell’anno scorso ha vinto il Torneo Challenger di Maia in
Portogallo giocando insieme ad Andrea Vavassori, oggi numero 10 del Ranking ATP di doppio. Ma quali caratteristiche deve avere un doppista rispetto ad un singolarista?
“L’allenamento è completamente diverso. I singolaristi che giocano in doppio certo sono sempre pericolosi perché servono e rispondono molto bene, ma magari hanno qualche problema di posizione. Noi doppisti copriamo meglio le posizioni ed abbiamo buone reazioni a rete, mentre possiamo un po’ difettare rispetto a singolaristi negli scambi da fondo: chi gioca il singolo è abituato a colpire tantissime palle da fondo campo sia in partita che in allenamento”.

INGRESSO GRATUITO. Come ogni anno anche nell’edizione 2024 l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito per assistere a tutte le partite del “Modena Challenger ATP 75”.

PELLEGRINO VINCERE IL DERBY CON PIRAINO

VARILLAS E ORIOL ELIMINANO

GLI AZZURRI DALLA VALLE E CECCHINATO

Tanto pubblico a Casinalbo di Formigine dove si sta giocando il torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

Il centrale de “La Meridiana” tutto esaurito per i top 20 Paire e Ramos Vinolas.

Chi campione lo è già e chi le vette più alte del tennis mondiale le vuole raggiungere girando il mondo per fare esperienza e trovare punti ATP per entrare nei tornei del Grande Slam.
Il Memorial Eugenio Fontana a La Meridiana è ormai diventato un palcoscenico ambito da tanti tennisti che arrivano a Casinalbo di Formigine da tutto il mondo e anche quest’anno sta offrendo spettacolo e spunti tecnici interessanti. Il pubblico del tennis c’è, ogni giorno di più sulle tribune del Club di Casinalbo di Formigine.

PAIRE E VINOLAS. Il Modena Challenger ATP 75 ha accolto due super tennisti che nella loro già lunga carriera sono stati tra i Top 20 al mondo: Benoit Paire e Albert Ramos Vinolas.
Il 35enne francese Paire nel 2016 è stato numero 18 al mondo. Oggi, non al top della condizione fisica, è scivolato al 160esimo posto del Ranking ATP, ma resta uno dei giocatori più seducenti del circuito. Un mago con la racchetta in mano, un personaggio estroso e mai omologato, tennisticamente un talento puro. Il nativo di Avignone è stato subito adottato dagli spettatori del centrale de La Meridiana, lui ha ricambiato l’affetto con alcuni colpi incantevoli. A vincere il match è stato però il suo avversario, l’argentino
Federico Gomez che ha mostrato più concretezza e solidità. Partita comunque equilibrata vinta 7-5 7-5 da Gomez che conferma il buon momento di forma dopo la vittoria della settimana scorsa nel Torneo ATP 75 di Milano.
La serata del 2° Trofeo Assoservizi Group si è poi illuminata per l’esordio del grande favorito, il 36enne Albert Ramos Vinolas.
Tutto esaurito sulle tribune del Centrale in una fresca serata d’estate e di buon tennis.
Lo spagnolo, testa di serie numero 1 e già numero 17 del mondo (oggi 107 del Ranking ATP), è riuscito a superare l’italiano Giovanni Fonio solo al terzo set al termine di un match bellissimo. L’azzurro ha giocato un’ora praticamente perfetta, spingendo ogni colpo e riducendo al minimo gli errori gratuiti. Vinolas sotto di un set, ha saputo però salvare tre “palle break” nel secondo quando l’italiano sembrava sul punto di poter indirizzare a suo favore la partita. Lo spagnolo, come tante altre volte in carriera, ha saputo “soffrire”, rialzarsi e ribaltare il match alzando il livello del suo gioco e vincendo il match 6-2 al terzo. “ È stata una partita molto dura – ha spiegato Vinolas – Giovanni (Fonio, ndr) è partito forte ed io ho fatto un po’ fatica all’inizio. Sono rimasto concentrato, ho preso confidenza con il campo e sono riuscito a ribaltarla. È la prima volta che vengo qui alla Meridiana. Devo dire avrei anche volentieri giocato a Wimbledon ma la mia classifica oggi non è così alta… Sono comunque contento di essere qui, sono stato accolto molto bene e il torneo è organizzato alla perfezione. Vediamo cosa succederà…”.

CECCHINATO OUT. Si ferma la corsa di Marco Cecchinato al Modena Challenger ATP 75. Dopo tre vittorie consecutive (due nelle “Quali” e quella con Giannessi al primo turno del Main Draw), il tennista siciliano è stato superato 6-4 7-6 dal peruviano Juan Pablo Varillas, testa di serie numero 7 del seeding del torneo. Un match che si è deciso su pochi punti, risolto da Varillas nel tie-break del secondo vinto nettamente sette punti a uno.

PELLEGRINO VINCE IL DERBY AZZURRO, ROCCA BATALLA NON SI FERMA. In una giornata nella quale la pioggia ha rallentato il programma degli incontri del 2° Trofeo Assoservizi Group srl, accede ai Quarti di Finale Oriol Roca Batalla. Il 31enne tennista di Barcellona, numero 165 del mondo e testa di serie numero 8 del torneo, ha avuto la meglio dell’italiano Enrico Dalla Valle. Una partita con continui “cambi di direzione”: Batalla vince il primo 6-3, Dalla Valle il secondo 6-1, mentre nel terzo lo spagnolo
domina 6-1. Andrea Pellegrino vince invece il derby azzurro con il 20enne Gabriele Piraino. Il tennista di Bisceglie, numero 158 del mondo e testa di serie numero 5 al Modena Challenger, si è imposto in due set con il punteggio di 6-4 7-5.

INGRESSO GRATUITO. Domani, giovedì, non ci sarà l’incontro serale delle 21 sul centrale de La Meridiana. Come ogni anno anche nell’edizione 2024 l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito per assistere a tutte le partite del “Modena Challenger ATP 75”.

BERRETTINI SUBITO PROTAGONISTA SUL CENTRALE

COLLARINI VINCE IL DERBY ARGENTINO CON TIRANTE

CECCHINATO NON SI FERMA, SERAFINI CHE COLPO!

A Casinalbo di Formigine si sta giocando il torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

Emozioni, buon tennis ed interessanti suggestioni.

È subito spettacolo al Club La Meridiana di Casinalbo (Formigine) per il “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.
Tanti i giovani, e tanti gli italiani, che si stanno mettendo in mostra a confermare il valore del “Fontana”. Il torneo de La Meridiana è da sempre un momento di visibilità per i talenti e un’occasione per gli appassionati di scoprire promettenti giovani tennisti.
Accedono al secondo turno Gabriele Piraino (7-6 6-3 su Francesco Forti), Enrico Della Valle (6-1 1-6 6-4 sullo spagnolo Merida) e Marcello Serafini (6-4 6-3 su Zapata Miralles).
Sotto i riflettori del Campo Centrale, davanti ad un pubblico subito numeroso, Jacopo Berrettini ha confermato il suo buon momento di forma superando 6-3 6-2 Raul Brancaccio.


Successo anche per Gonzalo Bueno: il peruviano ha superato il francese Kyrian Jacquet al termine di una maratona di tre ore (2-6 7-6 7-5).
Buona la “prima” per la testa di serie numero 7 del tabellone, l’altro peruviano Varillas, che ha vinto con il punteggio di 6-3 6-1 contro il croato Prizmic, e per lo spagnolo Roca Batalla (6-4 7-5 sull’azzurro Vincent Ruggeri).


Non si ferma la corsa Marco Cecchinato: l’ex numero 16 del Ranking ATP, dopo aver vinto due partite delle Qualificazioni, passa al secondo turno del Main Draw: il suoi avversario, Andrea Giannessi, si è ritirato sul 4-6 5-3.
Combattutissimo il match tra il finalista della passata edizione Titouan Droguet e Mariano Tammaro. L’italiano ha fatto soffrire non poco il 23enne francese numero 140 del mondo. Droguet, testa di serie numero 3 del 2° Trofeo Assoservizi Group Srl, ha vinto dopo oltre due ore con il punteggio di 4-6 6-3 7-6.
E tra le sorprese del primo turno, quella uscita dal derby tutto argentino tra l’esperto Andrea Collarini e il giovane Thiago Austin Tirante, testa di serie numero 2 del tabellone. Collarini si è imposto 6-3 7-5.
SERAFINI. Tra le belle storie dei primi giorni del Memorial Fontana 2024 c’è sicuramente quella di Marcello Serafini, giovane talento azzurro classe 2002. Ripescato come “lucky loser” dopo aver perso nel secondo turno delle “Quali” contro lo spagnolo Merida, il tennista romagnolo ha vinto il suo primo match del Tabellone Principale. Il riminese ha superato a sorpresa lo spagnolo, Zapata Miralles che l’anno scorso aveva raggiunto il suo best ranking alla 37esima posizione mondiale.
Serafini ha vinto 6-4 6-3 proseguendo così il suo trend di crescita. Negli ultimi due anni ha infatti vinto 4 tornei Itf (Ulcinj, Pescara, Salerno e Chieti) e dal 2024 ha iniziato a confrontarsi nel circuito ATP. “Sono molto contento. È la prima volta che mi capita l’opportunità di giocare da “lucky loser” e l’ho sfruttata al meglio, giocando veramente una buona partita – ha commentato a caldo Marcello Serafini – È già il secondo anno che vengo qui a La Meridiana: un circolo molto bello e un torneo organizzato perfettamente.
Io poi sono di Rimini, spesso si gioca in giro per l’Italia e per il Mondo, qui invece sono vicino a casa e anche i miei genitori sono potuti venire a vedermi, mi ha fatto piacere. Il momento del tennis italiano? Guarda, è veramente un periodo bellissimo. Praticamente ogni settimana c’è un giocatore italiano che arriva in fondo ad un torneo. E’ un circolo virtuoso, una spinta per tutti a fare sempre meglio. Gli italiani a Wimbledon? Beh, Sinner oggi è il numero uno al mondo… Credo che Jannik possa fare molto bene anche sull’erba, ma prima deve vincere il derby con Matteo Berrettini…”.

INGRESSO GRATUITO. Come ogni anno, anche nell’edizione 2024, l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito per assistere a tutte le partite del “Modena Challenger ATP 75”.

Marco Cecchinato entra nel main draw, al Memorial Fontana vinse nel 2013 in finale contro Thiem: “Ricordi bellissimi, ora guardo avanti…”

GIOCA CON IL CAMPIONE: I BALL BOYS HANNO “SFIDATO” GLI ARGENTINI COLLARINI E TIRANTE

Ultime partite del Tabellone delle Qualificazioni a Casinalbo di Formigine per il torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

È terminato il Tabellone delle “Quali” ed è iniziato il Tabellone Principale. Al Club La Meridiana di Casinalbo (Formigine) entra nel vivo il “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.
Accedono al Main Draw gli azzurri Marco Cecchinato, che incontrerà Giannessi, e Alessandro Pecci, prossimo avversario il taiwanese Tseng. Avanti anche Federico Gaio, pronto ora a sfidare Federico Arnaboldi, e Mariano Tammaro che sfiderà il finalista della passata edizione Titouan Droguet. Entra nel Tabellone Principale anche un altro italiano “lucky loser”: Marcello Serafini.
Dal pomeriggio di oggi, lunedì, sono iniziati i match del Main Draw. Nella giornata di martedì, già dal mattino, proseguiranno gli incontri del primo turno: attesa per l’esordio della testa di serie numero uno, il mancino spagnolo Albert Ramos-Vinolas, e per quello del talentuoso francese Benoit Paire, testa di serie numero sei del torneo.

RISULTATI “QUALI”. Questi i risultati delle sei partite del secondo turno del Tabellone di Qualificazione. I giocatori vincenti accedono al “Main Draw”:
• Holmgren (Danimarca)-Erel (Turchia) 6-4 6-4
• Cecchinato (Italia)-Statham (Nuova Zelanda) 6-3 6-3
• Pecci (Italia)-Oradini (Italia) 6-3 6-4
• Merida (Spagna)-Serafini (Italia) 6-1 6-7 6-4
• Gaio (Italia)-Romano (Italia) 6-1 6-7 6-2
• Tammaro (Italia)-Bondioli (Italia) 6-4 6-4


CECCHINATO. Dopo undici anni nel tabellone principale del Memorial Fontana c’è di nuovo Marco Cecchinato. Era il 2011 quando il 21enne talento siciliano giocava e vinceva il torneo della Meridiana sconfiggendo in finale Thiem. Una carriera lunga e intensa quella di Cecchinato che ha raggiunto il suo “best ranking” nel 2019, con la posizione numero 16 al mondo, pochi mesi dopo aver giocato la semifinale al Roland Garros (sconfitto proprio da Thiem).
Oggi Cecchinato ha perso diverse posizioni, ma nel 2024 sta ritrovando gioco e condizione. “I primi due match delle ‘Quali’ sono andati bene, erano partite da non sottovalutare: sono stato sempre concentrato – ha spiegato proprio l’esperto tennista siciliano classe 1992 – Diciamo che sono molto soddisfatto dei primi due incontri: il primo obiettivo di raggiungere il Tabellone Principale è stato raggiunto. Qui alla Meridiana ho bellissimi ricordi: nel 2013 ho vinto il mio primo titolo importante e l’ho fatto vincendo contro un giocatore del valore di Dominic Thiem. Quella fu una finale bellissima e il torneo è ancora bellissimo. Ora sono passati undici anni, c’è un’altra storia, il passato è passato, ho aperto un altro capitolo della mia carriera: penso al presente per poter fare bene da qui a fine anno. Il mio obiettivo è risalire nel Ranking, giocare più partite possibile e giocarle con questo atteggiamento. Nelle ultime settimane sto giocando un buon tennis. Ho avuto un inizio di anno piuttosto complicato tra il cambio del mio team e l’infortunio al gomito. Adesso sono tornato da Max Sartori che, come dico sempre, è la mia salvezza: mi è ritornata voglia di lottare, di competere e di soffrire. Il tennis italiano? Beh sono i fatti a parlare. Sinner è numero uno al mondo e se non sbaglio abbiamo nove giocatori nei primi cento del mondo. E molti di questi sono giovani. Il movimento italiano sta attraversando veramente un momento incredibile – conclude Cecchinato – Io spero di aver dato un po’ il ‘la’ con quella semifinale storica al Roland Garros nel 2018: dopo quel risultato tanti giocatori italiani hanno iniziato a fare grandi cose…”.


GIOCA CON IL CAMPIONE. Anche nell’edizione 2024 del Memorial Fontana il Club ha voluto organizzare “Gioca con il Campione”, uno dei momenti più attesi soprattutto da bambini e ragazzi. Domenica pomeriggio una cinquantina di piccoli tennisti, dai 9 ai 15 anni, ha potuto confrontarsi con due campioni del “Modena Challenger ATP 75”. Sul centrale de La Meridiana gli argentini Andrea Collarini e Thiago Tirante hanno giocato con i “ball boys” del torneo, giovani tennisti della Scuola Tennis e del Settore Agonistico de La Meridiana. “Questo è uno dei momenti più belli del torneo – ha raccontato Alessandro Arginelli, Direttore Tecnico e Responsabile Settore Agonistico Scuola Tennis Club La Meridiana – Vedere tantissimi nostri ragazzi, agonisti e non, che stanno qui al circolo dalla mattina alla sera facendo i raccattapalle del torneo, è per noi maestri una vera soddisfazione. Quando giocano con i ‘campioni’ si vede in loro la voglia di imparare qualcosa di nuovo. I giovani hanno passione, curiosità e freschezza: queste occasioni per loro sono molto gratificanti e divertenti. Al momento abbiamo circa 160 ragazzi in tutta la Scuola Tennis de La Meridiana. Trenta di questi fanno parte del Settore Agonistico e giocano a livello regionale, nazionale e internazionale. Tra l’altro abbiamo appena vinto il Campionato Regionale a Squadre Under 12 Femminile e ci siamo qualificati anche con l’Under 14 Femminile per le Finali Nazionali. La nostra è una scuola in continua evoluzione e crescita”.


INGRESSO GRATUITO. Come ogni anno anche nell’edizione 2024 l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito per assistere a tutte le partite del “Modena Challenger ATP 75”.

SUBITO BUON TENNIS AL MODENA CHALLENGER ATP 75 AVANZANO CECCHINATO, ORADINI E PECCI

COACH EDUARDO INFANTINO: “CHE BELLO VEDERE UN TORNEO CON TANTI GIOVANI IN CAMPO MA ANCHE NELLO STAFF DEL CLUB”

Prima giornata di partite a Casinalbo di Formigine per il torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger Atp 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

Subito buon tennis sui campi in terra rossa del Club La Meridiana di Casinalbo (Formigine) con le prime partite del “Modena Challenger Atp 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.
Domenica dedicata agli incontri del primo turno di qualificazioni che hanno parlato anche modenese con cinque giovani giocatori di casa in campo: Parenti e Dragoni de La Meridiana, Taddia e Vaccari del Tennis Modena e Bondioli dello Sporting Sassuolo.
Anche il pubblico non si è fatto attendere, spettatori appassionati e amanti del tennis hanno provato per la prima volta la nuova tribuna montata sul Campo Centrale. Già in funzione anche il sistema dell’Occhio di Falco che supporta l’arbitro di sedia nelle chiamate “dentro-fuori”.
RISULTATI. Tanti italiani in campo nel primo turno delle tabellone delle Qualificazioni. Avanzano Alessandro Pecci che supera l’argentino Lucio Carnevale 6-1 6-2, Giovanni Oradini che ha avuto la meglio di Ludovico Vaccari 6-4 6-1 e Federico Gaio (6-3 6-3 su Alessandro Dragoni).
Ci sono volute oltre due ore e mezzo di match a Filippo Romano per superare Luca Castagnola (6-7 7-6 6-1), mentre in meno di un’ora Marcello Serafini ha sconfitto Leonardo Taddia 6-1 6-1.
Al secondo turno delle Qualificazioni accede anche l’australiano Rubin Statham bravo a vincere il derby con il connazionale Matthew Romios in tre set (7-6 4-6 6-3).
CECCHINATO. C’era grande attesa per l’esordio di Marco Cecchinato. Il tennista siciliano, già numero 16 della classifica mondiale, vinse il Memorial Fontana nel 2013 quando aveva 21 anni. In finale superò l’austriaco Dominic Thiem, allora testa di serie numero 1 del torneo, 6-3 6-4. Qualche tempo dopo i due si ritrovarono nuovamente l’uno fronte all’altro nella semifinale di uno dei più importanti tornei dello Slam, il Roland Garros: a Parigi ad avere la meglio fu Thiem.
Oggi Cecchinato ha vinto senza problemi 6-2 6-0 contro Luca Parenti, wild card delle “Quali”.
COACH INFANTINO. Tra i tanti addetti ai lavori arrivati un po’ da tutto il mondo, alla Meridiana c’è anche l’argentino Eduardo Infantino, uno dei più conosciuti ed esperti allenatori del panorama internazionale. Qui al Modena Challenger segue il numero due del tabellone il 23enne argentino Thiago Tirante (128 del mondo), ma il coach argentino in carriera ha allenato tra gli altri Camporese, Pescosolido, Del Potro, Nalbandian e l’azzurro Simone Bolelli. “Alla Meridiana mi sento come a casa – spiegato Infantino – Il torneo è organizzato perfettamente e la cosa più bella è vedere tanti ragazzi giovani che lavorano nello staff: loro portano freschezza ed energia, bisogna fare i complimenti al Club La Meridiana. Che torneo mi aspetto? Ci sono tanti giocatori interessanti, diciamo che me lo godrò. Da qualche settimana seguo Thiago Tirante, abbiamo appena iniziato un percorso, lui ha ottime qualità, vorrei arrivasse tra i primi 20 giocatori del mondo. Il momento d’oro del tennis italiano? Merito della Federazione, del Presidente Binaghi, degli allenatori e ovviamente dei giocatori. Da qualche tempo in Italia ci sono tanti tornei Futures e Challenger che danno la possibilità ai giovani di giocare partite di alto livello. La Federazione e il Club hanno lavorato e stanno continuando a lavorare molto bene. Sinner? Beh lui può vincere 15 Slam, anzi è un giocatore che non ha limiti… E’ giovane, forte, ha un tennis naturale e un team alle spalle molto solido”.
PROGRAMMA LUNEDI. Nella mattinata di lunedì, 1 luglio, si giocano le partita del secondo e ultimo turno delle Qualificazioni.
Sul campo centrale alle ore 10 si parte con Cecchinato-Statham, a seguire, il danese Holmgren contro il turco Erel. Sul campo numero 4 Gaio-Romano e Oradini-Pecci, mentre sul campo numero 3 Serafini-Merida e Tammaro-Bondioli.
Dalle 14.30 poi le prime partite del tabellone principale: sul campo Centrale si parte con Juan Pablo Varillas (PER)- Dino Prizmic (CRO), poi Oriol Roca Batalla (ESP)-Samuel Vincent Ruggeri. Alle 21, sempre sul Centrale, il derby azzurro tra Raul Brancaccio e Jacopo Berrettini.
INGRESSO GRATUITO. Come ogni anno anche nell’edizione 2024 l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito per assistere a tutte le partite del “Modena Challenger Atp 75”.

Tribuna nuova e occhio di falco: è tutto pronto al Club La Meridiana. Domani, domenica, si parte con il “Modena Challenger ATP 75”

Da domenica 30 giugno a sabato 6 luglio a Casinalbo di Formigine si gioca lo storico
torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial
Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

La nuova tribuna sul campo centrale è stata allestita, le telecamere dell’Occhio di Falco sono state montate, i campi in terra rossa sono “tirati”, lo staff è al lavoro per sistemare gli ultimi dettagli e il circolo si è vestito con il verde e il viola, i colori del Memorial Fontana.
È tutto pronto al Club La Meridiana di Casinalbo (Formigine) per il via del 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl. Il Modena Challeger Atp 75 è un torneo di tennis maschile di singolo e doppio del circuito Atp (Association of Tennis Professionals), il circuito professionistico mondiale di tennis maschile. Proprio in queste ore a La Meridiana stanno “sbarcando” tennisti da tutto il mondo.
Il primo “play” pronunciato dall’arbitro per dare via alle partita sarà pronunciato domani, domenica mattina, 30 giugno, alle ore 10 quando scatterà il Tabellone delle
Qualificazioni. Le “Quali” si giocheranno per tutta la giornata di domenica e il lunedì mattina, mentre da lunedì pomeriggio si giocherà il Main Draw.
Anche quest’anno il “Fontana” sarà ricco di spunti e suggestioni per gli amanti del tennis. Giovani talenti ed esperti campioni del rosso si sfideranno in un momento mai così entusiasmante per il movimento tennistico italiano.
Il 2° Trofeo Assoservizi Group Srl potrebbe essere l’occasione per scoprire un nuovo Dimitrov, Thiem, Cecchinato o Arnaldi, solo per citare alcuni dei giocatori che a Casinalbo sono arrivati giovanissimi e pieni di sogni e da qui sono partiti per poi scalare la classifica Atp fino alle prime posizioni mondiali.


Testa di serie numero 1 del tabellone del Fontana 2024 lo spagnolo Albert Ramos Vinolas (numero 112 del Ranking Atp e già numero 17), la due l’argentino Tirante (128), la tre l’italiano Stefano Napolitano (130).
In tabellone anche il finalista della passata edizione il francese Titouan Droguet (133).
Testa di serie numero sette il talentuoso francese Benoit Paire (numero 18 Atp come best ranking in carriera).
Folta la “pattuglia” di italiani: tra gli altri ci saranno Matteo Gigante, Francesco Passaro e Andrea Pellegrino.
La “wild card” a disposizione del Club La Meridiana è stata assegnata a Jacopo Berrettini, fratello di Matteo.
Come detto quest’anno il Campo Centrale del Club La Meridiana si è rifatto il look: oltre alla storica tribuna, ne è stata allestita una nuova che aumenta di 100 posti la capienza di posti a sedere per gli spettatori.
E’ stato invece confermato il rilevatore di velocità della battuta, mentre un’altra novità è un nuovo sistema sperimentale dell’Hawk-Eye (Occhio di Falco)
con telecamere posizionate in modo da coprire tutto il campo a supporto delle decisioni dell’arbitro.
Tutte le partite del torneo saranno trasmesse in diretta streaming su www.atptour.com e per l’Edizione 2024 ci sarà la copertura televisiva di SuperTennis delle partite del Campo Centrale.

Ogni sera, tranne il mercoledì, è previsto un incontro serale sul Centrale della Meridiana con orario di inizio fissato per le 21.
Le finali, di singolo e doppio, si giocheranno sabato 6 luglio (orario da definire).
Come ogni anno anche quest’anno l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito per assistere a tutte le partite del “Modena Challenger Atp 75”.

È SEMPRE GRANDE TENNIS AL CLUB LA MERIDIANA
DAL 30 GIUGNO AL 6 LUGLIO TORNA IL “MODENA CHALLENGER ATP 75”

Da domenica 30 giugno a sabato 6 luglio a Casinalbo di Formigine si gioca lo storico torneo internazionale di tennis maschile “Modena Challenger ATP 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

La nuova tribuna sul campo centrale è stata allestita, le telecamere dell’Occhio di Falco sono state montate, i campi in terra rossa sono “tirati”, lo staff è al lavoro per sistemare gli ultimi dettagli e il circolo si è vestito con il verde e il viola, i colori del Memorial Fontana.
È tutto pronto al Club La Meridiana di Casinalbo (Formigine) per il via del 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl. Il Modena Challeger Atp 75 è un torneo di tennis maschile di singolo e doppio del circuito Atp (Association of Tennis Professionals), il circuito professionistico mondiale di tennis maschile. Proprio in queste ore a La Meridiana stanno “sbarcando” tennisti da tutto il mondo.
Il primo “play” pronunciato dall’arbitro per dare via alle partita sarà pronunciato domani, domenica mattina, 30 giugno, alle ore 10 quando scatterà il Tabellone delle
Qualificazioni. Le “Quali” si giocheranno per tutta la giornata di domenica e il lunedì mattina, mentre da lunedì pomeriggio si giocherà il Main Draw.
Anche quest’anno il “Fontana” sarà ricco di spunti e suggestioni per gli amanti del tennis. Giovani talenti ed esperti campioni del rosso si sfideranno in un momento mai così entusiasmante per il movimento tennistico italiano.
Il 2° Trofeo Assoservizi Group Srl potrebbe essere l’occasione per scoprire un nuovo Dimitrov, Thiem, Cecchinato o Arnaldi, solo per citare alcuni dei giocatori che a Casinalbo sono arrivati giovanissimi e pieni di sogni e da qui sono partiti per poi scalare la classifica Atp fino alle prime posizioni mondiali.


Testa di serie numero 1 del tabellone del Fontana 2024 lo spagnolo Albert Ramos Vinolas (numero 112 del Ranking Atp e già numero 17), la due l’argentino Tirante (128), la tre l’italiano Stefano Napolitano (130).
In tabellone anche il finalista della passata edizione il francese Titouan Droguet (133).
Testa di serie numero sette il talentuoso francese Benoit Paire (numero 18 Atp come best ranking in carriera).
Folta la “pattuglia” di italiani: tra gli altri ci saranno Matteo Gigante, Francesco Passaro e Andrea Pellegrino.
La “wild card” a disposizione del Club La Meridiana è stata assegnata a Jacopo Berrettini, fratello di Matteo.
Come detto quest’anno il Campo Centrale del Club La Meridiana si è rifatto il look: oltre alla storica tribuna, ne è stata allestita una nuova che aumenta di 100 posti la capienza di posti a sedere per gli spettatori.
E’ stato invece confermato il rilevatore di velocità della battuta, mentre un’altra novità è un nuovo sistema sperimentale dell’Hawk-Eye (Occhio di Falco)
con telecamere posizionate in modo da coprire tutto il campo a supporto delle decisioni dell’arbitro.
Tutte le partite del torneo saranno trasmesse in diretta streaming su www.atptour.com e per l’Edizione 2024 ci sarà la copertura televisiva di SuperTennis delle partite del Campo Centrale.

I suoi primi 40anni raccontano una storia bellissima fatta di passione, investimenti, amore per lo sport, coinvolgimento del territorio e ovviamente grande tennis internazionale.
La “settimana del Fontana” è tra i momenti più attesi dell’anno per gli appassionati di tennis: da domenica 30 giugno a sabato 6 luglio sui campi in terra rossa del Club la Meridiana di Casinalbo di Formigine si gioca il “Modena Challenger Atp 75”, 40° Memorial Eugenio Fontana, 2° Trofeo Assoservizi Group srl.

Il torneo di tennis maschile di singolo e doppio anche quest’anno fa parte del circuito Atp (Association of Tennis Professionals), il circuito professionistico mondiale di tennis maschile.
Il Modena Challenger ha un Prize Money di 80mila Euro: al giocatore vincitore andranno 75 punti Atp, 50 al finalista, 30 ai semifinalisti, 16 a perdenti nei quarti e 7 ai perdenti agli ottavi.
Alla Meridiana arriveranno atleti da tutto mondo: come sempre sarà l’occasione per scoprire giovani talenti in rampa di lancio e specialisti del “rosso”.

PARTITE E TABELLONE. Sono 32 i giocatori nel Tabellone Principale del singolo maschile, 6 di questi arriveranno dalle qualificazioni e due entreranno con la “Wild Card” (una assegnata dal Club e una dalla Federazione Italiana Tennis).
Il torneo di doppio maschile prevede invece un “Main Draw” di 16 coppie.
La “prima battuta” del “Modena Challenger 2024” sarà domenica 30 giugno alle ore 10 con le prime partite del tabellone delle qualificazioni.
Per tutta la giornata di domenica e nel mattino di lunedì si giocheranno la “Quali”. Da martedì pomeriggio via al Tabellone Principale.
Ogni sera, tranne il mercoledì, è previsto un incontro serale sul campo centrale della Meridiana con orario di inizio fissato per le 21.
Le finali, di singolo e doppio, si giocheranno sabato 6 luglio (orario da definire).

ORGANIZZAZIONE, STORIA E CAMPIONI. 40 edizioni del “Memorial Eugenio Fontana” significano iscrivere la manifestazione tra quelle più longeve e prestigiose del territorio modenese.
Un torneo che rappresenta un’occasione unica per tutti gli appassionati di tennis, che conferma l’impegno e gli investimenti de La Meridiana e la qualità dell’organizzazione del Club di Casinalbo.
Il torneo nasce nel 1982 come torneo internazionale giovanile Under 16, intitolato a Eugenio Fontana che 40 anni fa fondò il Club di Via Fiori a Casinalbo. Nel corso degli anni il torneo si è evoluto: nel 1989 ottiene la validità per la classifica mondiale ATP, mentre nel 1995 la manifestazione diventa una competizione femminile internazionale di singolo e doppio. Nell’edizione del 2005 (torneo WTA da 140mila dollari di montepremi) scendono in campo tenniste del calibro di Flavia Pennetta, Francesca Schiavone e Roberta Vinci. Nel 2006 il torneo diventa maschile ed entra nel circuito internazionale degli ITF Futures.
Alla Meridiana giocano tante promesse del tennis mondiale: tra gli altri l’ucraino Alexandr Dolgopolov (numero 12 del ranking ATP) e il bulgaro Grigor Dimitrov (oggi numero 10 del Mondo con un best ranking da numero 3 assoluto). Nell’edizione del 2013 al “Fontana” si sono sfidati in finale due giovani promesse del tennis mondiale: l’italiano Marco Cecchinato e l’austriaco Dominic Thiem. Pochi anni dopo, nel 2018, lo stesso match ha deciso la finale del Roland Garros.
Nell’edizione 2021 un giovanissimo Matteo Arnaldi è arrivato fino a giocarsi la finale: alla Meridiana il sanremese si è “svelato” come uno dei talenti emergenti del tennis italiano e oggi, dopo aver giocato e vinto nelle finali che hanno riportato la Coppa Davis in Italia 2023, è stabilmente protagonista nei tornei più importanti al mondo occupando la posizione numero 34 del ranking Atp.
L’edizione 2022 si era invece impreziosita della presenza di Matteo Berrettini, già numero 6 della classifica Mondiale, ospite per una settimana di allenamenti nel Circolo di Casinalbo insieme al fratello Jacopo.
L’anno scorso a giocarsi la finale sono stati lo statunitense Emilio Nava e il francese Titouan Droguet (entrambi ora a ridosso della Top 100), ma si era fatto notare anche Jakub Mencik, talento ceco classe 2005 protagonista ora nei tornei dello Slam e salito fino alla 66esima posizione della classifica Atp.

NOVITÀ E INGRESSO GRATUITO.  Tutte le partite del torneo saranno trasmesse in diretta streaming su www.atptour.com e quest’anno ci sarà la copertura televisiva di SuperTennis delle partite del Campo Centrale.
Sarà poi confermato il rilevatore di velocità della battuta e sarà sperimentato un nuovo sistema dell’Hawk-Eye (Occhio di Falco) con  telecamere posizionate in modo da coprire tutto il campo a supporto delle decisioni dell’arbitro e dei giudici di linea.
Grande novità dell’Edizione 2024 del Modena Challenger la nuova tribuna che sarà posizionata sul campo centrale aumentando la capienza di spettatori che potranno assistere ai match.

Come ogni anno anche in questa edizione l’ingresso al Club La Meridiana sarà libero e gratuito per assistere a tutte le partite del “Modena Challenger Atp 75”.

Tabelloni

Risultati

Orari di Gioco

Foto

6 luglio 2024

5 luglio 2024

4 luglio 2024

3 luglio 2024

2 luglio 2024

1 luglio 2024

30 giugno 2024

Rassegna Stampa